Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Tempo di Congressi e di partecipazione, finta o vera?

Congressi Mai come in questo fine autunno è tempo di Congressi . Il PD li sta facendo a livello locale per poi concludere l’8 dicembre con l’elezione del Segretario, il PDL fa la Direzione nazionale per decidere il leader l’8 dicembre, la Lega Nord fissa le date per presentare le candidature per poi andare al voto il 7 e 15 dicembre!

Tre modi diversi per arrivare ad eleggere/nominare il leader, tre modi diversi di partecipazione dal basso, termine che ora va tanto di moda.

Il PD a poco più di un anno della sfida alle “primarie” tra  Renzi – Bersani, dopo una reggenza di Guglielmo Epifani, subentrato dopo il “non risultato” alle politiche 2013, rinnova tutte le cariche, dai comuni alle provincie, dalle regioni al Segretario Nazionale!

Il rinnovo a livello locale è ad appannaggio solo degli iscritti al PD, con strani movimenti di aumenti di tessere improvvise (si parla di più 200%) mentre il Segretario sarà votato con le “primarie” aperte a tutti. Quindi mentre a livello locale la faranno da padrone i “signori delle tessere” ,  il Segretario, massimo esponente del partito, sarà eletto con un’operazione mediatica e di “finta” partecipazione delle “primarie”.

Il Segretario PD, però poi, dovrà rispondere non ai partecipanti alle primarie,per questo dico “finta partecipazione”, ma alla Direzione del partito, che vede eletti dal territorio e quindi dai “signori delle tessere”!

Il PDL, dopo un fallito tentativo di primarie l’anno scorso, si riunisce nella sua Direzione per vedere di ricucire lo strappo avvenuto sull’ultima fiducia al Governo Letta, dove si sono contrapposti i falchi alle colombe, e per confermare la leadership a Silvio Berlusconi o consegnarla ….. a chi non è dato a saperlo.

La Lega Nord, dopo la conferma di Roberto Maroni di lasciare la segreteria, per dedicarsi a tempo pieno al ruolo di Governatore della Regione Lombardia, si appresta a sostituirlo eleggendo il Segretario dando la parola ai militanti con almeno 1 anno di anzianità, senza possibilità di delega ( non facendo quindi nascere i “signori delle tessere” ), quindi a quasi 20.000 tesserati del Carroccio.

11 novembre il termine per presentare le candidature, 30 novembre il termine per raccogliere le firme di “accompagnamento” (da un minimo di 1.000 ad un massimo di 1.500) e il 7 dicembre il voto dei militanti. Data finale il 15 dicembre per lo svolgimento del Congresso, al quale possono partecipare/votare quasi 550 delegati votati dal territorio, che sanciranno l’elezione del nuovo Segretario delle Lega Nord.

Come potete vedere tre forme diverse di partecipazione, di regole, di procedure, tre forme diverse per eleggere/nominare il leader …..  quale sia la più democratica, la più partecipata dal basso ….. a voi la valutazione ed i commenti!

Commenta la notizia  

nome*

email*

sito web

Invia Commento