Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Sanatoria sul finanziamento pubblico ai partiti, facciamo chiarezza!

partitiIn questi giorni si è sentito molto parlare, sopratutto dagli esponenti del Movimento 5 Stelle, di una presunta sanatoria sul finanziamento pubblico ai partiti!

I grillini di questo argomento ne hanno fatto un cavallo di battaglia da anni, ma non sempre la raccontano tutta … la verità!

Per dovere di cronaca sentiamo l’altra parte della barricata, cioè chi ha votato a favore della presunta sanatoria. Ecco cosa scrive sul suo profilo Facebook il Deputato della Lega Nord Gianluca Pini:

“La nuova legge sul finanziamento ai partiti, quella che porta a zero il contributo pubblico entro il 2017 (ora è già al 50% rispetto al 2012…) chiede che per erogare i fondi i bilanci dei partiti siano certificati da una commissione speciale istituita da TECNICI nominati da Presidenti di Camera e Senato. I Tecnici sono stati nominati ma la Presidente Boldrini non ha dato loro gli strumenti per operare. Dovevano iniziare a marzo la certificazione per erogare, se tutto a posto, a luglio la rata di finanziamento. A settembre ancora nulla, pertanto hanno deciso di dichiarare i bilanci validi se certificati da soggetti terzi (società revisione tipo KPMG o PWC) e di procedere, nel caso non vi fossero problemi o mancanze, ad erogare comunque il finanziamento.

Nota bene: l’unico movimento che NON ha mai depositato un bilancio alla Camera è il M5S. Badate bene: depositare il bilancio è un obbligo a prescindere dalla richiesta di contributo pubblico. In sintesi, gli unici che operano fuori dalla legge e non sono trasparenti sui soldi del Movimento 5 Stelle, sono proprio i grillini.”

Ora che avete sentito le due campane … tirate le vostre conclusioni!

Commenta la notizia  

nome*

email*

sito web

Invia Commento