Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Perché Bersani non vuole il confronto TV

bersani1

Abbiamo visto ultimamente, per la campagna presidenziale degli USA, i dibattiti televisivi tra il Presidente uscente con quello entrante e forse gli italiani si aspettavano qualcosa di simile anche per la corsa a Palazzo Chigi sulle televisioni italiane.

In Italia probabilmente non lo vedremo mai per vari motivi: non è obbligatorio farlo, ognuno guarda alla propria convenienza e il numero di candidati non agevola il confronto.

Il più restio a questo dibattito è il Segretario del Pd e candidato Premier della coalizione di centro sinistra, Pierluigi Bersani. Non gli conviene perchè dai sondaggi è dato in testa, se perde il confronto calano i voti che non sono molti di più del suo avversario principale, se vince il confronto guadagna voti che non gli servono per la vittoria, quindi il rischio non vale la candela.

In aggiunta Bersani teme il confronto con Berlusconi, che al di la delle idee politiche, è considerato un “animale da campagna elettorale” ed usa la comunicazione come nessun altro, conoscendone tutti i risvolti. L’unica possibilità sarebbe un confronto allargato anche a chi è già dato perdente, con percentuali che vanno dal 10-12% di Monti al 4-5% di Ingroia, per diluire il confronto diretto, quello che teme Bersani, e trovarsi in realtà con un “tutti contro Berlusconi”

Inoltre la legge elettorale non prevede il candidato Premier, ma solo il capo della coalizione, Bersani quindi si troverebbe nell’insolita veste di dover dibattere con Berlusconi che, dagli accordi con Maroni e la Lega Nord, non è il candidato Premier del centrodestra.

Solo il tempo ci dirà se riusciremo a vedere un dibattito a 6, con tutti i capi coalizione, un confronto a 2, con i leader delle due coalizioni che si contendono la vittoria, oppure i soliti monologhi che non permettono agli elettori un confronto diretto sui programmi presentati.

 

Commenta la notizia  

nome*

email*

sito web

Invia Commento