Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Matteo Renzi è già in campagna elettorale per le primarie

Matteo Renzi Matteo Renzi, dopo la sconfitta alle primarie del centrosinistra dell’anno scorso, aveva dichiarato “Bersani ha vinto, io torno a fare il Sindaco di Firenze”. Così è stato, per un po, dando l’idea del nuovo politico che non crea correnti interne al PD, che si mette al servizio del partito e del Segretario, fino ad accompagnarlo in alcuni appuntamenti durante la campagna elettorale.

Alle prime difficoltà di Bersani, cioè 10 minuti dopo l’esito del voto, il rottamatore ha iniziato a far sentire la sua voce, dapprima per piccoli distinguo, “Non si sa mai che ce la faccia a formare il Governo” avrà pensato, ma con la certificazione del fallimento del Segretario dei democratici nel tentativo di formare un Governo, le sue dichiarazioni si son fatte sempre più insistenti.

Bersani si è fatto umiliare da quegli arroganti di M5S. Ora patto con il Pdl o urne” titola oggi il Corriere della Sera in un articolo di Aldo Cazzulo dove intervista il Sindaco di Firenze. Un susseguirsi di buone intenzioni volte a salvare il paese, ma in un passaggio Renzi dichiara “Non voglio essere l’ultimo di quelli che c’erano prima. Semmai vorrei essere il primo di una fase nuova” che a me pare la dichiarazione di avvio della campagna elettorale delle primarie del PD, probabilmente a settembre,  per la successione alla segreteria.

Nel frattempo 10 senatori di fede renziana presentano una Proposta di Legge per l’abolizione del finanziamento ai partiti, che Bersani ha sempre difeso per far quadrare i conti del PD, è il segnale di smarcamento di Renzi e l’avvio di una lunga campagna elettorale per la segreteria dei democratici?

 

Commenta la notizia  

nome*

email*

sito web

Invia Commento