Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Archive for aprile, 2013

Convenzione Costituente, la via per le riforme?

RiformeNel discorso programmatico, presentato alla Camera e Senato, dal Presidente Letta ha posto l’accento sull’intento di avviare una Convenzione Costituente, sottolineando che deve avere una durata di 18 mesi e alle sue conclusioni viene legata la vita stessa della Legislatura. More…

Governo Letta, fine della “guerra civile fredda”?

Governo LettaIl Governo Letta che sta per presentarsi alla Camera e al Senato per chiedere la fiducia, sostenuto dal PD, Pdl e Scelta Civica, potrebbe segnare la conclusione della “guerra civile fredda”, come molti l’hanno definita, che è stata sotto i nostri occhi negli ultimi 20 anni. More…

Enrico Letta presenta la sua lista dei Ministri

Enrico LettaAlle 17,17 il Presidente del Consiglio incaricato, Enrico Letta, ha sciolto la riserva e ha accettato l’incarico per la formazione del 17° Governo della Repubblica Italiana. In conferenza stampa ha elencato i nomi dei Ministri che domani giureranno davanti al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, per poi andare, lunedì alla Camera e martedì al Senato, a presentare il programma e chiedere il voto di fiducia. More…

Grillini a caccia delle poltrone Copasir e Vigilanza Rai

Commissione parlamentare Dopo la formazione del Governo e dei due voti di fiducia, Camera e Senato, si potranno costituire anche le commissioni permanenti, dove si discutono i Disegni di Legge prima di portarli in Aula per il voto finale. Tra le più ambite ci sono la Vigilanza Rai e Copasir, la commissione che controlla i Servizi Segreti, e le presidenze di norma vengono assegnate alle minoranze come forma di controllo. More…

Napolitano è di nuovo Presidente della Repubblica

Giorgio NapolitanoAl sesto scrutinio, sabato 20 aprile il Parlamento in seduta congiunta, ha rieletto Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica italiana. In pochi giorni, se consideriamo che per eleggere Sandro Pertini si è arrivati al diciottesimo voto, abbiamo visto bruciare nomi del calibro di Franco Marini e Romano Prodi, fatti fuori dai franchi tiratori del Pd intenti ad una lotta intestina più che ad eleggere il Capo dello Stato. More…

Il PD sceglie Prodi per salvare il partito e affossare l’Italia

Romano Prodi Dopo aver immolato Franco Marini, candidato per il primo voto per l’elezione del Capo dello Stato, nel tentativo di un accordo con il centro destra, Bersani ed il PD, riunito alle 7.00 di mattina in conclave, tirano fuori dal cilindro il nome di Romano Prodi. Ha prevalso la logica di salvare il partito, dilaniato in questi giorni dai renziani e non solo, scegliendo il nome del professore di Bologna. More…