Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Bersani, Monti, Vendola, tutti assieme appassionatamente

 

E’ una campagna elettorale strana, solo 1 mese fa sembrava che la coalizione guidata da Bersani, che comprende Pd, Sel, Psi e sinistra varia, avesse già la vittoria in tasca. La discesa/salita in campo di Monti ed il ritorno in prima linea di Berlusconi ha cambiato le carte in tavola.

Ora i sondaggi danno un sostanziale pareggio al Senato, un vantaggio del centro sinistra alla Camera che ogni giorno si va via via assottigliando e la coalizione guidata da Bersani va in fibrillazione. La prima reazione tipica degli ex PCI e ex DC, ormai uniti sotto la stessa insegna, è lo screditare l’avversario, aumentare l’arroganza, contro tutto e contro tutti quelli che intralciano il loro commino verso la guida del Paese.

Hanno sempre pensato che solo loro hanno la caratura morale, le competenze, le soluzioni, per guidare l’Italia, chi li contrasta o gioca sporco o raggira gli elettori per sottrarre voti alla coalizione di centro sinistra, che pare avere l’investitura divina.

Quindi loro cosa decidono di fare?

Prima mossa: concordare, nelle segrete stanze della politica, con Monti-Fini-Casini la futura alleanza di Governo dopo il voto. Tutto questo in barba agli elettori che non devono sapere, se no magari non votano PD, fingendo di essere avversari, mentre hanno già deciso i ruoli nel possibile Governo Monti/Bersani dei nuovissimi Fini e Casini, tutti e due 29 anni e 30 giorni che sono in Parlamento.

Seconda mossa: chiedere la desistenza al partito di Ingroia, cioè non presentarsi al Senato in alcune regioni chiave, per non rischiare di non vincere neanche “tutti assieme appassionatamente”. Ma questa  non gli va in porto, forse perchè i posti di Governo da garantire son finiti, forse per un sussulto di orgoglio di questo nuovo partito che ha raccolto dall’Idv a Rifondazione Comunista, da Magistrati politicizzati a gente “comune”

La tensione sale nel centro sinistra, ora non gli rimane che sbraitare contro Berlusconi, con il quale han governato assieme per un anno, contro Maroni che ha portato la Lega Nord ad allearsi con il Pdl … che se fosse andata in una splendida corsa slitaria avrebbe aperto un’autostrada a Bersani verso Palazzo Chigi.

Tra 36 giorni sapremo che avranno deciso gli elettori …. si gli elettori …. perchè caro Bersani sono ancora loro che decidono …. e chissà che ne pensano di “tutti assieme appassionatamente”

 

Commenta la notizia  

nome*

email*

sito web

Invia Commento